La notte porta consiglio…

Malta, 1 ottobre 2016 ( I miei pensieri notturni… )

REC < Adoro quando fuori è buio e tutti dormono… Adoro ascoltare il rumore del silenzio e cullarlo tra i miei pensieri… Non so se davvero la notte porti consiglio, io con la notte non ci sono mai andata d’accordo perché riesco a vedere troppo dentro di me… Di notte riconosco i dolori nelle pieghe dell’anima e li trovo li’ ad aspettare… ad aspettarmi. Il buio mette in luce ogni dettaglio delle cose che di giorno sono brava a celare… A volte mi succede di cedere alla stanchezza e dormo…

Poi ci sono sere che non vogliono mai lasciare il posto alla notte e i miei pensieri viaggiano in questa stanza come alla velocità del suono che sento vibrare intorno a me.
Io la amo e la odio la notte… La amo perché trovo il tempo di fermarmi a parlare con me stessa e la odio perché “me stessa” mi fa sempre un sacco di domande…

La notte vorrei chiamare tante persone e dirgli cose… Prendere le loro mani e trovarci quell’energia positiva che una volta sapevano trasmettermi… La notte dovrebbe avere un’etichetta come una capo da indossare… Perche’ mentre mi preparo e mi spoglio dei vestiti di una giornata pesante, mi spoglio anche di quelle idee e di quegli impegni che ho avuto e mi coccolo con gli abiti della notte e coi sogni che di giorno non riesco mai a inserire nell’agenda…

Stanotte ho conservato per me un pensiero che non fa domande, ma che mi da’ tutte le risposte… Penso ai miei gioielli e li guardo mentre dormono… Cosi grandi e forti di giorno e così piccoli e indifesi quando arriva la notte… Loro che non si stancano mai di darmi il loro amore… Loro come unica costante fatta di sorrisi che ogni volta fermano il tempo dentro ai miei occhi… Non so se ho fatto sempre le cose giuste nella mia vita, ma so che ho dato tutta me stessa per la loro felicità…

Forse la notte non porta davvero consiglio, ma porta il cuore dove vuole andare… A volte il buio ha la forma di ciò che mi manca e che vorrei abbracciare, altre volte ha la forma della gioia per cui devo essere grata a questa vita… So quante difficoltà stanno affrontando i loro cuori… Li guardo orgogliosa di quanto coraggio ci stanno mettendo dentro… I loro sforzi sono un premio senza paragoni… La loro ostinazione è un esempio a cui mi riferisco ogni giorno… Vivere in un altro Paese può sembrare impossibile prima di farlo davvero, ma con la forza di volontà non esiste nulla di impossibile!

La fatica è solo un modesto prezzo dinnanzi al valore della serenità! Si può e si deve avere il coraggio di mettersi in gioco a volte… La paura di sbagliare tiene le nostre ali bloccate da una pinza che pian piano affievolisce ogni emozione ed ogni desiderio… Fino a lasciare che la nostra anima si atrofizzi, incapace di spezzare la morsa e di reagire!

La notte
La notte porta consiglio

La notte è il momento in cui i sogni si fondono alla realtà che vorremmo vivere… Non sottovalutiamo mai l’importanza della notte, talvolta solo al buio riusciamo a vederci chiaro ! >

Malta e il primo giorno di scuola!

Malta, 25 settembre 2016

REC < Sembra proprio che stiamo facendo sul serio qui a Malta… Non sto sognando! E’ notte e il buio mi impedisce di fermare tutti questi pensieri che scorrono davanti a me… Domani non sarà un primo giorno di scuola come tutti gli altri, tra poche ore li lancerò in un mondo nuovo, sconosciuto… E non so se gli piacerà!

Mi sento agitata e anche responsabile per quello che li attende, c’è una parte di me che vorrebbe accompagnarli e tenerli stretti tutto il tempo, ma so che se la caveranno… Come sempre del resto!

In fondo siamo solo in transito, non siamo altro che vacanzieri con le valigie più grandi! Mi manca la nostra “normalità”, ma questa sottile follia del nostro vivere mi dà emozioni che la quotidianità non sa più darmi da tempo.

La lingua, le persone, tutto è diverso e tutto è da scoprire quando vai a vivere in un’altra nazione… Mi sento orgogliosa di aver saputo mettermi in gioco senza nemmeno un jolly tra le mani… Ho tutte carte “spajate” che non fanno un tris, ma ognuna di esse aspetta di assegnarmi un punto! La prima carta è un due di picche, ci serve una casa vera, ma non so da dove cominciare !!

Malta, 26 settembre 2016 Ci siamo!

Quanta emozione… Lasciargli la mano e tenere i loro cuori dentro al mio… Ognuno di loro con la sua emotività … Cosi apparentemente diversi nel gestire le loro sensazioni. Non un semplice primo giorno di scuola, ma un ingresso in un mondo nuovo… Come un piccolo salto nel buio dove ogni meccanismo è diverso dalle abitudini di sempre… Dove esprimersi e dire qualcosa può essere un’ impossibilità…
Ma con grande carattere ce l’hanno fatta e con un po’ di senso di colpa giro le spalle alla scuola pensando a cosa riserva loro il futuro…
Mentre la mattinata scorre ho un pensiero fisso nella mente… L’attesa di abbracciarli, di leggere nel loro volto un segno di positività all’uscita della scuola… Spero in un sorriso… Uno sguardo… Addirittura un nuovo “amico” con cui condividere l’emozione di questo primo giorno dal sapore speciale!
E quel momento… Quando li posso finalmente riabbracciare mi toglie ogni peso dal cuore… Ora ci sono io con loro… Ci sono mamma e papà!❤

I giorni passano e mi sento ancora su un’astronave… Mi guardo intorno e comincio a vedere strade più familiari di altre… Guido nella mia corsia ancora un po’ impacciata cercando di non darlo a vedere e loro mi seguono… Non si perdono nulla di tutti i passi che faccio… Si adeguano meravigliosamente al nostro girovagare senza meta… Senza impegni… Senza amici… !

Ma sono forti e sanno che presto sarà tutto più facile… Non si perdono d’animo e vanno avanti a testa alta… Senza esitazione.

La scuola non somiglia affatto a quella di sempre… Nemmeno l’orario della sveglia che trilla quando in porto ci sono ancora le luci dei pontili…
Eppure a sbadigli la mia piccola si trascina arrancando fino al divano in dinette e con forza e coraggio trova la forza di aprire i suoi occhioni color mare…
Già… Il mare, sempre lui… Che ci ha portati quaggiù e che ancora ci culla ogni notte in attesa di trovare una casa giusta per noi!
Questa routine fatta di scuola e compiti… Di divise e di giri per acquisti di scuola… La sera si affievolisce quando rientriamo in barca con fare alternativo!! Siamo noi… Quelli che vivono in barca e cercano una casa entrando nelle agenzie! Siamo quelli che stendono la divisa ad asciugare  sulle draglie d’acciaio… Siamo i turisti che non sono più turisti, quelli che il toro lo prendono per le corna prima che sia lui a prendere loro!!! Cerco di guardarmi dall’alto e un pò mi viene da sorridere…
D’altro canto le avventure sono belle per questo… Perché hanno un sapore strano che poco assomiglia alla vita degli altri… Ma che in fondo è più vita di qualunque vita!
Il tempo è grigio nella prima settimana di scuola… Un unico breve giro al parco e poi sempre a scappare dal temporale… Sembra che qui non piova mai… Quindi per tutto l’inverno forse siamo a posto!
La sera chiudiamo la nostra porticina e restiamo dentro abbracciati… guardiamo la tv italiana e ci sentiamo a “casa”… Non ci sono tutte le persone che amiamo ma noi siamo gente sveglia… Papa’ non è sempre con noi a coccolarci, ma non ci manca il coraggio!
E questo coraggio sono certa che ci aiuterà a ingranare la marcia giusta… >

 

#maltaeilprimogiornodiscuola