Crescendo si impara ad aspettare…

…Alla fine ho capito che la cosa più bella ed emozionante nella vita è aspettare… Aspettare di sfornare una torta… Aspettare un figlio… Aspettare il principe azzurro… Aspettare insieme che sorga il sole in mezzo al mare… Aspettare di esser grandi… Aspettare la campanella a scuola… Aspettare la prima notte di matrimonio… Aspettare tuo marito che torna a casa… Aspettare i risultati di una dieta… Aspettare la telefonata di un’amica… La buonanotte della mamma… Aspettare lo stipendio … E soprattutto aspettarsi! Mentre aspetti scopri che la vera essenza di un incontro è l’attesa di esso… La preparazione col cuore accelerato… La cena che stai preparando… Il sorriso che stai immaginando… Il calore di un abbraccio che ti stringera’… E si impara ad aspettare solo aspettando…. Non sempre si è bravi a farlo, ma se ci si riesce è un dono poterlo fare con quella gioia nel cuore… E adesso, solo adesso, ho scoperto il valore immenso dell’attesa… Aspettando te…!

Malta mi ha insegnato ad aspettare. Prima ero impaziente, volevo sempre disporre di tutto e di tutti quelli che amo… Adesso ho scoperto il valore della distanza e della mancanza! Ho imparato che lo stato di solitudine è una preparazione a quello che stiamo aspettando… Ho ritrovato la qualità nei rapporti e mi piace rendere speciale ogni incontro!

 

Prima di trasferirmi a Malta ero abituata a salire in macchina per andarmi a prendere tutto ciò che volevo, adesso so che non posso farlo, almeno non per le cose e le persone che sono in Italia, ma mi sono accorta di quanto è bello quando apro la porta e trovo fuori qualcuno che aspettavo da tempo. Quell’abbraccio, tanto sognato e desiderato, è più caldo, più forte di tutti quelli che ci siamo dati prima… Quel tempo a disposizione è così prezioso che lo maneggio con cura minuto per minuto scattando immagini da imprimere nella mia mente e riguardare nella prossima attesa!!

So che molti possono comprendere questa mia sensazione che durante l’attesa mi provoca stati d’animo prima a me sconosciuti… La vita lontano da “casa” è un’altalena sospesa nel vento… Il cuore, oscilla “avanti e indietro” tra presenze ed assenze… La quantità cede il suo posto alla qualità degli istanti… Voglio godere di ogni momento, non mi interessa avere la quotidianità a portata di mano, voglio dare il giusto valore ad ogni cosa… Quello che non tengo per mano posso tenerlo stretto per l’anima adesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *